Istituto Comprensivo Statale

Gardone V.T.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Scuola dell'infanzia "Gianburrasca"

E-mail Stampa PDF

 

 

SCUOLA DELL’INFANZIA STATALE
"GIANBURRASCA" - MAGNO

VIA SAN BARTOLOMEO
MAGNO DI GARDONE
TEL.    030/8912710  
Orario scuola:
dalle ore 8:00 - alle ore 16:00

LA SCUOLA SI PROPONE DI INSEGNARE AD APPRENDERE

(competenza che si fortifica nel tempo)

LA SCUOLA SI PROPONE DI INSEGNARE A FARE

(è l’unico modo per dimostrare di avere appreso)

LA SCUOLA SI PROPONE DI INSEGNARE A CONVIVERE

(per una vera democrazia)

SPAZI INTERNI


L’edificio scolastico è composto da n. 2 ampie sezioni, gialla e azzurra, allestite in angoli di interesse che accolgono bambini/e eterogenei tra i 3 ed i 6 anni e bambini anticipatari:

  • Angolo/cerchio conversazione
  • Angolo casetta
  • Angolo travestimenti
  • Angoli grafico – pittorico e plastico – manipolativo
  • Angolo con giochi e materiali didattici strutturati (giochi in scatola)
  • Angolo lettura
  • Angolo costruzioni, macchinine, animali, tappeto
  • Angolo sonoro- musicale (con audio - registratore e cassette)

 

  • I bagni per i bambini/e sono annessi alla sezione.

 

  • N. 1 salone per attività ricreative, collettive  e psicomotorie attrezzato con materiale strutturato e ludico.
  • N. 1 sala da  pranzo, utilizzata anche per la mensa della scuola primaria Don Milani
  • N. 1 ufficio e stanza per i sussidi
  • N.1 ripostiglio e cucina
  • N.1 bagno per il personale docente e ATA

SPAZI ESTERNI

L'esterno è fornito di una zona giardino attrezzata con giochi strutturati, una sabbionaia e un passaggio d’accesso al “Parco del Vento": un ampio spazio verde comunale piantumato con vari tipi di alberi, utilizzato per attività esterne di vario tipo ( da quelle ricreative a quelle scientifico-naturali) .

SERVIZIO MENSA

I pasti sono forniti dalla ditta MARKAS

ORARIO INSEGNANTI

  • Le insegnanti sono due per sezione e si alternano giornalmente tra il turno antimeridiano (dalle ore 8.00 alle 13.00) e pomeridiano (dalle ore 11.00 alle ore 16.00) per un totale di 25 ore settimanali.
  • La compresenza delle insegnanti è dalle ore 11.00 alle ore 13.00. Questo orario consente di svolgere attività didattiche programmate e di sezione, nonché di garantire l'assistenza durante il pranzo.
  • N.1 docente I.R.C.(un incontro settimanale per sezione di circa ore 1,30)
  • Una collaboratrice tramite cooperativa per le pulizie scolastiche (dalle ore 16 alle 18 circa).

 

 

ORGANIZZAZIONE DELLA GIORNATA SCOLASTICA


8.00  -  9.00      Accoglienza alunni in salone o nella sezione
9.00  -  9.45      Presenze, calendario, saluto di gruppo
9.45 - 11.00      Attività guidate di sezione
11.00 - 11.30    Attività libere e ricreative, scambio relazionale tra le sezioni in salone e/o
in giardino

11.30 -11.45      Igiene personale, preparazione al pranzo…
11.50 -12.30      Pranzo
12.30 -13.30      Attività libere e ricreative, scambio relazionale tra le sezioni in salone e/o
in giardino
13.00 -13.30      USCITA STRAORDINARIA (previa comunicazione)

13.30 -14.00      Attività guidate condivise tra le sezioni ( drammatizzazioni, burattini, giochi

collettivi, video…)
14.00 -15.30      Attività guidate in sezione

15.30 -15.45      Riordino, preparazione all’uscita
14.45 -16.00      Uscita

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

 

-          Le sezioni sono organizzate in gruppi eterogenei per età.

-          Le insegnanti sviluppano progetti  che vengono stabiliti in parte all’inizio dell’anno scolastico e in parte durante l’anno scolastico.

-          Le insegnanti predispongono attività rispettando le motivazioni, gli interessi, i bisogni, la curiosità dei bambini/e
Sono previsti momenti di:
- Gioco libero/vita di relazione: l'insegnante osserva, risponde a richieste ma non propone;
- Gioco organizzato: l'insegnante propone l'attività, organizza, interviene;
- Lavoro guidato per la realizzazione di attività concordate dal plesso: l'insegnante propone giochi e attività specifiche per ogni fascia d’età dividendo i bambini in gruppi di livello.

I.R.C. (ATTIVITA’ RELIGIOSA)

-          L'educazione religiosa è seguita da un'insegnante specializzata incaricata dalla Dirigenza scolastica (indicata dalla Curia) per tre ore alla settimana e procede parallelamente al progetto didattico.

ALTERNATIVA ALL'EDUCAZIONE RELIGIOSA

-          Per i bambini che non si avvalgono dell'insegnamento della religione Cattolica sono previste attività di potenziamento della lingua italiana o /e  espressione fonetica attraverso giochi di gruppo, conversazione libera, attività grafico – pittorica – manipolativa.

ATTIVITÀ’  SIGNIFICATIVE  DELLA  SCUOLA

-          Oltre allo svolgimento delle normali attività educative, i bambini hanno l’opportunità di

partecipare ad altre iniziative e di fare quindi ulteriori esperienze.

Alcune di esse vengono riconfermate di anno in anno, altre aggiunte con lo scopo di

arricchire e completare il Progetto educativo .

 

ATTIVITA’ MOTORIA

-          L'attività motoria è effettuata un giorno alla settimana nella palestra della scuola primaria Don Milani, o nel salone della scuola dell’infanzia. I bambini vengono suddivisi in  due gruppi di livello, guidati dalle insegnanti di sezione. Si propone di perseguire  lo sviluppo sociale, psico-fisico, motorio e linguistico dei bambini/e nel contesto di un ambiente rilassante e motivante.

 

ATTIVITA’ PER LA SICUREZZA E L’EDUCAZIONE STRADALE:

 

-          Visite guidate nel paese a piedi, osservazione, lettura e comprensione della segnaletica principale e della cartellonistica interna alla scuola relativa al piano per la sicurezza (simulazione, prova per l’evacuazione).

 

ATTIVITA’ INTERCULTURALI

 

-          Queste attività nascono dall’esigenza di creare una serie di opportunità formative volte a facilitare l’inserimento psico-sociale dei bambini/e stranieri e non nella scuola. Sono attività destinate a tutti i bambini/e inserite ad inizio anno scolastico nel progetto Accoglienza. Tali attività rappresentano un percorso di tipo trasversale che può continuare nell’arco di tutto l’anno in base alle esigenze della sezione.

USCITE DIDATTICHE

 

-          Saranno effettuate brevi uscite/gite nell'ambito della provincia o zone limitrofe, sulla base della programmazione didattico-educativa, adeguate all'età ed agli interessi dei bambini.

 

TEATRO

 

-          Una volta all'anno l’Amministrazione comunale sovvenziona la rappresentazione di uno spettacolo teatrale, presso il cinema di Inzino, per i bambini/e delle scuole dell’infanzia dell’Istituto.

PROGETTO NATALE

-          Si svolge nel mese di Dicembre con l’obiettivo di approfondire le tradizioni e i valori

delle festività natalizie. Le motivazioni sono legate da un lato all’importanza di

mantenere e valorizzare la tradizione locale e dall’altro di rispondere alle esigenze dei

bambini che dimostrano interesse e curiosità verso queste tradizioni. Il progetto, nella

sua fase finale, coincide con un momento di festa, aperto a genitori e parenti, come

occasione per uno scambio di auguri e per condividere l’esperienza scolastica dei primi

mesi.

 

FESTE DELLA SCUOLA

 

-          Natale

-          Giugno: saluto ai bambini/e che andranno alla scuola primaria.

 

PROGETTO ANNUALE

 

Percorso educativo che si svolge da Novembre a Maggio:

-          E’ lo scenario fantastico o realistico entro il quale i bambini hanno la possibilità di maturare la propria identità, raggiungere una “certa autonomia” e conseguire competenze e abilità.

-          Nasce dopo un periodo di osservazione nel quale le insegnanti evidenziano gli interessi dei bambini per poi strutturarli in un percorso didattico.

-          La definizione degli obiettivi e degli ambiti avviene in itinere ed è strettamente legata  alle piste di lavoro da realizzare in sintonia con gli interessi e le proposte dei bambini.

MEMORIA E DOCUMENTAZIONE

-          Elaborati dei bambini/e individuali o di gruppo.

-          Allestimento ambienti scolastici.

-          Realizzazione di libri dei momenti più significativi del percorso annuale (varie tecniche espressivo, grafico pittoriche e manipolative).

-          Per il bambino il libro ha la funzione di “memoria” e offre una dimensione unitaria del percorso.

-          Per le insegnanti consente di prendere coscienza dei livelli evolutivi delle competenze acquisite, dei gradi di autonomia e di apprendimento raggiunti.

 

N.B. I progetti presentati sono dettagliatamente illustrati nella Programmazione di Plesso.

CORREDO

n.2  bavaglie con scritto il nome (possibilmente con l’elastico e una busta porta tovagliolo)

n.2  asciugamani con scritto il nome e fettuccia per appenderli (grandezza ospiti)

n.1  sacchetto di stoffa o zainetto per il trasporto dei ricambi settimanali

n.1  sacchetto di stoffa con scritto il nome  contenente: mutande, calzoni, maglia, calze (da lasciare a scuola come eventuale cambio)

n.1  confezione di fazzoletti di carta

n.1 grembiulino per pittura e manipolazione.

 

I genitori sono responsabili del corredo settimanale (bavaglia e asciugamano) che dovrà essere portato pulito il lunedì e prelevato il venerdì.

I genitori sono pregati di non mettere a disagio il bambino mandandolo a scuola privo dell’adeguato corredo.

Consigliamo un abbigliamento semplice e comodo evitando salopette, cinture, bretelle e camicie con bottoni ai polsi per permettere ai bambini lo sviluppo dell’autonomia personale.


NORME ALIMENTARI

La dieta in bianco è’ prevista nel caso in cui il bambino sia stato poco bene

I bambini sono invitati ad assaggiare tutto senza però inutili insistenze.

Se il bambino ha allergie nei confronti di determinati cibi, i genitori devono portare il certificato medico.

La colazione si consuma a casa.

 

I compleanni si festeggiano in comune una sola volta la  mese (circolare dell’A.S.L.)

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Giugno 2015 14:52